Che cosa e vvi pacemaker

Diversi lettori hanno chiesto di pacemaker ultimamente. Quali sono i diversi tipi, come vengono classificati per codici a due lettere, e come cardiologi decidere quale tipo di dare a chi? Per iniziare con l’ultima domanda, la linea di fondo è se il paziente ha episodi pochissime pause, poi un semplice pacemaker VVI di backup è una scelta logica. Se il paziente sta spendendo la maggior parte del loro tempo in blocco cardiaco completo, quindi un pacemaker bicamerale (DDD o DDI) che passi sia l’atrio e il ventricolo ha un senso.

Il 3 lettere sistema illustrato:

Lettera # 1, dice ciò che viene stimolato da camera, cioè V sta per stimolazione del ventricolo. Altre opzioni sono A (atrio), O (nessuno) e D (dual). Lettera # 2, ci dice ciò che il pacemaker percepire. In questo caso, il secondo V mezzi sensori del pacemaker sono nel ventricolo. Altre opzioni sono A, O, e la lettera D. N ° 3, risposta all’evento, ci dice che cosa farà lo scarico pacemaker. Questo è dove la maggior confusione nasce. Nel caso di un VVI pacemaker, ‘I’ sta per inibito – il dispositivo impulsi alla camera designato meno che rilevi intrinseca attività elettrica. Altre opzioni sono O (none), T (modalità triggered, generalmente utilizzato per il test del dispositivo), e D (dual – inibito e attivato). Questi tre codici alfabetici sono anche le prime tre lungo 5 – e 6-lettera sistemi di codifica. La quarta lettera in tali codici si riferisce alla modulazione frequenza, se presente. Si tratta di un adeguamento del tasso obiettivo del pacemaker in base alle esigenze mutevoli cardiovascolare del paziente. Esso può essere programmabile, o basato su sensori metaboliche o altre che rilevano esercizio. La quinta lettera si riferisce generalmente ad anti-tachicardia funzione, se presente. Un numero che segue il codice di 3 lettere (ad esempio VVI 60) ci dice che la frequenza cardiaca programmata il pacemaker a pulsare. Con inibito pacemaker di risposta, questo è anche di solito la frequenza cardiaca di sotto del quale il dispositivo inizierà a scaricare. In altre parole, un 60 VVI sarà inibita dalla cottura se la frequenza cardiaca spontanea è superiore a 60 bpm.

Quindi, pacemaker a tasso fisso o asincrona, che non necessitano di sensori o eventi di trigger, sono codificati AOO, VOO o DOO, e lo scarico ad una velocità preimpostata che è indipendente dalla frequenza cardiaca intrinseca. Singola camera sincrona o pacemaker domanda sono codificati AAI o VVI pacemaker. Essi scaricare ad una velocità preimpostata se il cuore scende al di sotto di tale tasso. Dual-camera pacemaker AV sequenziali sono codificati VDD, DVI o DDD. Essi scarico nel primo atrio (eccetto il VDD), poi nel ventricolo dopo aver atteso attraverso un pre-programmato intervallo PR. Infine ci sono i pacemaker programmabili con varie funzioni complesse regolabili, che non si può davvero essere descritte con codici alfabetici.

Un elenco molto grezzo soddisfacimento delle condizioni di pacemaker adeguate potrebbe essere simile a questo:

Semplice-disfunzione del nodo del seno: AAI
Sinus-con disfunzione del nodo AV-node malattia: DDD
AV blocco: DDD
Blocco AV senza un’attività organizzata atriale: VVI
Cardiomiopatia: DDD
Una qualsiasi delle condizioni di cui sopra se la risposta cronotropa (aumento della frequenza cardiaca con l’esercizio fisico) manca: DDDR o VVIR, con la R riferimento alla modulazione tasso, un tasso più elevato pulsante durante l’esercizio.
Neurogena sincope: DDD o DDI.