Stenosi aortica – aortic stenosis

Stenosi aortica – aortic stenosis è il restringimento anormale della valvola aortica, che limita il flusso del sangue dal ventricolo all’aorta. Normalmente, il trasporto di ossigeno nel sangue (ossigenato) entra nella camera in alto a sinistra (atrio) del cuore. Esso viene poi pompato nella camera inferiore sinistro (ventricolo). La valvola aortica si apre dalla contrazione del cuore di pompare sangue dal ventricolo sinistro in aorta, arteria principale del corpo. Quando il ventricolo sinistro rilassa, chiude la valvola aortica perché c’è una pressione più elevata all’interno dell’aorta rispetto al ventricolo.

La stenosi aortica (aortic stenosis) crea una pressione arteriosa alta all’interno del ventricolo sinistro. Questo perché la valvola ristretta limita il flusso sanguigno. In risposta al carico di lavoro, il muscolo del ventricolo sinistro addensa (ipertrofia concentrica) e la camera stessa può eventualmente pallone fuori. Il cuore non può più pompare il sangue in modo efficiente. In assenza di trattamento, la morte per insufficienza cardiaca congestizia è possibile. Verso le quattro, ogni 1.000 persone si pensa di avere stenosi aortica.

I sintomi della stenosi aortica

Stenosi aortica – aortic stenosis possono non avere sintomi (asintomatici) per molti anni. È per questo che la condizione, che potrebbe essere stato congenita (presente da prima della nascita), è spesso diagnosticata durante l’adolescenza. I sintomi possono comparire nel corso della vita dopo decenni di progressivo restringimento progressivo. L’inizio dei sintomi può essere graduale o brusco con:

Affanno
Problemi respiratori aggravata dall’attività fisica
Tosse di notte quando si sta sdraiati a letto
Svenimento
Cuore palpitazioni
Dolori al petto, dal cuore (angina)
Fatica
Problemi visivi.

Cause di stenosi aortica

Alcune delle cause includono:

Cardiopatia congenita – il bambino è nato con anomalie cardiache. Per esempio, la valvola aortica può essere più piccola di quanto dovrebbe essere. Anomalie della valvola – alcune persone nascono con anomalie minori della valvola aortica. Nel tempo, queste anomalie possono causare la valvola a ridursi. Malattia di cuore reumatica – è una condizione che può sfregiare la valvola aortica e restringere la sua apertura. I depositi di calcio – un accumulo di calcio può irrigidire la valvola aortica e interferire con il corretto funzionamento. Questa è la causa più comune di aortic stenosis in soggetti di età compresa tra 70 anni e oltre.

Complicanze della stenosi aortica

La stenosi aortica può essere una condizione grave e potenzialmente pericolosa per la vita. Alcune delle possibili complicanze comprendono:
Edema polmonare – la contropressione del sangue all’interno del cuore cambia la pressione nei vasi sanguigni dei polmoni. Questo fa sì che le difficoltà di congestione e la respirazione. Cardiomegalia – senza trattamento, il ventricolo sinistro possono addensare e ingrandire. Questo riduce la capacità del ventricolo di pompare sangue. Insufficienza cardiaca congestizia – stenosi aortica – aortic stenosis compromette il funzionamento del lato sinistro del cuore. L’insufficienza cardiaca congestizia si verifica quando il lato destro del cuore smette di funzionare correttamente. Aritmia cardiaca – è un battito cardiaco irregolare. Alcune aritmie nei ventricoli può essere associato con la morte cardiaca, come ‘fibrillazione ventricolare’ quando i ventricoli sono ridotti a fremente piuttosto che battere.

La diagnosi di stenosi aortica

La stenosi aortica è diagnosticata usando una serie di test, tra cui:

L’esame obiettivo anche ascoltando il cuore con uno stetoscopio
La radiografia del torace
Elettrocardiogramma (ECG) per monitorare la frequenza cardiaca e raccogliere eventuali ritmi insoliti e per valutare l’ispessimento del ventricolo sinistro
Ecocardiografia (ecografia) del cuore per valutare il funzionamento della valvola aortica e del ventricolo sinistro
Cateterismo cardiaco (un tubo sottile viene inserito in un vaso sanguigno di inguine e filettata fino al cuore)
Ventricolografia sinistra, che include l’utilizzo di un colorante in modo che il cuore si presenta più chiaramente ai raggi X
Coronarografia per valutare se vi è la malattia coronarica in aggiunta alla malattia riconosciuta valvola aortica.

Il trattamento per la stenosi aortica

Il trattamento può includere:

Monitoraggio – per i casi asintomatici o lieve
I farmaci per prevenire l’insufficienza cardiaca
Ospedalizzazione – per i casi da moderati a gravi
Modelli di stile di vita come il mantenimento di attività fisica, evitando duro esercizio fisico, il controllo del peso e di evitare di fumare
Chirurgia.

Le procedure chirurgiche

Ci sono due principali procedure chirurgiche per il trattamento delle stenosi aortica:

Balloon valvuloplastica – un catetere viene inserito in un vaso sanguigno nell’inguine e filettata fino al cuore. La punta del catetere è posizionata all’interno della valvola aortica e quindi un palloncino viene gonfiato. Questo aiuta ad allungare e allargare la valvola e migliorare il flusso di sangue in aorta. Questa procedura non curare la condizione e l’ulteriore trattamento chirurgico può essere necessario più tardi nella vita. Questa procedura è di solito limitata a quelli con stenosi aortica – aortic stenosis congenita – di solito nei bambini o negli adolescenti.
Sostituzione della valvola aortica – se la valvola è troppo difettosa, essa può essere chirurgicamente sostituita con una valvola artificiale. A volte, proprio valvola polmonare della persona possono essere utilizzati. Quest’ultimo è conosciuto come un autoinnesto polmonare o Operation Ross.